La Rocchetta Mattei e Pistoia Sotterranea | 22 novembre 2020| CONFERMATA

La Rocchetta Mattei e Pistoia Sotterranea

22 novembre 2020

Ore 07.30 partenza da Città di Castello per Pistoia e ingresso e visita guidata a Pistoia Sotterranea percorso che si snoda per circa 650 metri da Via del Frantoio a Via San Marco, passando sotto l’antico Ospedale del Ceppo fondato nel 1277, conduce il visitatore alla scoperta di importanti testimonianze architettoniche della città ripercorrendo l’antico corso del torrente Brana deviato nel XIV secolo all’esterno della terza cinta muraria della città. Il corso d’acqua nel passare dei secoli viene coperto con imponenti voltoni che diventano le fondamenta degli edifici soprastanti: l’ospedale del Ceppo, piazza San Lorenzo, e le abitazioni di Via del Fiore. Lungo il percorso sono visibili, oltre alle strutture architettoniche dell’ospedale, il vano ritrecine di un frantoio medievale, un mulin battiferro ottocentesco, i resti della seconda cinta muraria del XII secolo con l’antico Ponte di San Lunardo e relativa Torre, oltre ad antichi lavatoi.

Il percorso si pone,quindi, come parte nascosta speculare e integrante per capire appieno la storia
della città e in particolare le varie attività collegate all’uso dell’acqua nell’epoca antica. Tempo libero per il pranzo, al termine partenza per Rocchetta Mattei. A pochi chilometri da Porretta, e precisamente nei pressi di Grizzana Morandi, si trova un edificio la cui architettura non può che lasciare a bocca aperta chi vi si imbatte. Proprio tra le verdi montagne dell’Appennino Bolognese sorge infatti un castello che coniuga lo stile medievale a quello arabo-moresco, decisamente originale e atipico per la zona: si tratta della Rocchetta Mattei, eretta nella seconda metà dell’Ottocento per desiderio del conte Cesare Mattei, letterato e omeopata fondatore di una scienza medica chiamata elettromeopatia, una sorta di mescolanza di omeopatia, fitoterapia, alchimia e magnetismo. La costruzione del castello iniziò nel 1850 (sulle rovine dell’antica rocca di Savignano, appartenuta probabilmente a Matilde di Canossa) e proseguì per tutta la vita del conte, che lì risiedeva dirigendone i lavori di riedificazione e ampliamento.
Il castello venne infatti concepito da Mattei per essere la sede della sua”nuova medicina” e
per ospitare le persone (tra cui anche numerosi ospiti illustri dell’epoca) che da tutto il mondo
giungevano alla Rocchetta per conoscere la sua particolare scienza e farsi curare da lui.
La struttura del castello fu modificata più volte dal conte durante la sua vita, rendendola
un labirinto di torri, scalinate monumentali, sale da ricevimento e camere private che richiamano
diversi stili, dal medievale al moresco, dal liberty al gotico.

QUOTA 60 A PERSONA
Base 20 persone

ADESIONI ENTRO IL 20 OTTOBRE CON SALDO DELLA QUOTA

COSA E’ INCLUSO:
– Bus GT
– Ingresso a Rocchetta Mattei con visita guidata
– Ingresso a Pistoia Sotterranea con visita guidata
– Accompagnatore Gente in Movimento

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − otto =